Infiltrazione

INFILTRAZIONE

Dal Vocabolario del Dolore: Infiltrazione

 

INFILTRAZIONE

Infiltrazione: definizione e significato

La parola infiltrazione deriva dal verbo infiltrare che, a sua volta, origina dal latino filtrum. Il termine sta ad indicare la penetrazione di un liquido attraverso un materiale poroso.

i di INFILTRAZIONE

L’infiltrazione consiste nell’iniezione di farmaci e altre molecole attive in corrispondenza o nelle immediate vicinanze delle strutture interessate da un processo patologico.

Per quanto concerne i farmaci utilizzati nella terapia infiltrativa, si parla di cortisone, ozono e acido ialuronico, a cui possono essere associati anestetico locale e soluzione fisiologica, rispettivamente utilizzati qualora fosse necessario procedere con una anestesia della cute o raggiungere un volume di liquido idoneo all’infiltrazione stessa.

La scelta della sostanza viene effettuata tenendo conto delle sue proprietà: l’acido ialuronico si utilizza all’interno delle articolazioni per il suo effetto lubrificante; il cortisone viene usato spesso a livello muscolare in quanto potentissimo antiinfiammatorio e antidolorifico; l’ozono possiede molteplici proprietà ed è caratterizzato dall’assenza di importanti effetti collaterali, motivi per cui il suo utilizzo è divenuto piuttosto diffuso.

Affinché l’infiltrazione sia efficace è essenziale che l’ago raggiunga il punto da cui si ritiene origini il dolore.
Per identificare tale punto, negli ultimi anni si è introdotto l’utilizzo dell’ecografo nella pratica infiltrativa.

Lecografo infatti è uno strumento che permette di identificare visivamente la zona da trattare, di seguire l’ingresso dell’ago e la diffusione del farmaco, con una conseguente maggiore precisione della procedura e di conseguenza della sua efficacia.

Presso il Poliambulatorio di Medicina del Dolore si effettua la terapia infiltrativa esclusivamente con il supporto ecografico; inoltre, durante la procedura, il medico viene affiancato da un infermiere, che si occupa di supportare il medico nella preparazione del materiale e del paziente e di controllare i parametri vitali.

Interdisciplinarità

INTERDISCIPLINARITà

Dal Vocabolario del Dolore: Interdisciplinarità

INTERDISCIPLINARITà

Interdisciplinarità >>

 

Interdisciplinarità: definizione e significato

Il termine deriva da interdisciplinare, risultato di un composto di due parole: inter e disciplina. Il significato assunto da questa parola è modello che abbraccia più discipline.

i di INTERDISCIPLINARITA’

Entrando nello specifico il modello interdisciplinare prevede che i diversi specialisti di una equipe collaborino tra di loro sul paziente, con un metodo che sia condiviso e continuamente messo a confronto sia per quanto concerne la diagnosi che la terapia.

Questo approccio è volto a garantire una migliore probabilità di successo, in quanto il trattamento e la presa in carico del paziente dipendono da un lavoro dedicato di collaborazione e miglioramenti, che consiste in un regolare confronto tra i membri dell’equipe su dati raccolti, risultati ottenuti ed eventuali modifiche dei trattamenti in atto.

Il concetto di interdisciplinarità è alla base del lavoro di Medicina del Dolore, in quanto approccio integrale di collaborazione tra diversi specialisti per la gestione del paziente con dolore acuto, persistente e cronico.

 

Dott. Gianfranco Sindaco parla di INTERDISCIPLINARITA’